Il progetto

Regione Liguria a supporto delle aggregazioni

Con il 95,7% di imprese (fonte Censimento ISTAT 2011) con un numero di addetti fino a 9 il tessuto produttivo della Liguria si caratterizza per la schiacciante prevalenza delle micro imprese. La congiuntura economica contribuisce a rendere fragile un tessuto così composto e per questo motivo, sia a livello europeo che a livello locale si moltiplicano le iniziative a sostegno delle forme aggregative. Aggregarsi non è solo un modo per crescere e migliorare ma si pone in moltissime circostanze come l'unica via d'uscita possibile per non cessare la propria attività.

Da questa consapevolezza è partita la Regione Liguria quando, attraverso la dgr.143/2014 ha previsto lo stanziamento 2 milioni di euro complessivi per supportare le imprese che scelgono di mettersi in rete in forma stabile ed alle associazioni di categorie che realizzano progetti per sostenere le aziende nella costruzione di forme aggregative e di networking. 

"Con questo provvedimento – ha spiegato l'assessore Guccinelli –sosteniamo nel concreto la nascita di progetti di messa in rete di aziende. In questa fase difficile per l'economia crediamo fermamente che la strada della creazione di sistemi produttivi territoriali che uniscono più aziende con obiettivi e caratteristiche simile sia uno strumento fondamentale per uscire dalla crisi. La stessa Unione europea nelle direttive per la programmazione 2014-2020 privilegia proprio le realtà economiche cha hanno la capacità di fare rete, di mettersi a sistema".

Regione Liguria ha previsto due bandi distinti. Il primo, attivo dall'11 all'8 marzo 2014 e con un badget di 1 milione di euro, era rivolto esclusivamente alle associazioni imprenditoriali, rappresentative dell’industria, dell’artigianato, del commercio e della cooperazione; il secondo bando, attivo dal 15.04.2014 al 09.05.2014 e con budget sempre pari a un 1 milone di euro è stato rivolto direttamente alle imprese della Liguria.

 

Confindustria Liguria a supporto delle aggregazioni di impresa

Confindustria Liguria ha partecipato al primo bando con esito positivo presentando il Progetto Aggregazioni e Reti.  Esso comprende un insieme di azioni sul territorio, online e offline, per sostenere le imprese che vogliono mettersi in rete. Grazie alle azioni del progetto le imprese hanno l'opportunità di conoscere le forme di aggregazioni previste dalla normativa, approfondire con esperti del settore le caratteristiche di ciascuna, capire quale forma si adatta meglio al settore in cui l'azienda opera. Grazie al progetto di Confindustria Liguria, inoltre, le imprese possono entrare in contatto con altre imprese sul territorio che vogliono aggregarsi, costituendo consorzi o contratti di rete. In ciascuna sede provinciale, inoltre, le aziende associate a Confindustria trovano uno sportello a cui rivolgersi per avere in ogni momento consulenze tecniche e personalizzate.

Il sito Progetto Aggregazioni e Reti

Questo sito è una delle attività previste dal progetto con cui Confindustria Liguria ha partecipato al Bando della Regione. In questo portale le aziende possono trovare:

  • - la normativa sempre aggiornata sulle tipologie di contratto di rete previste;
  • - testionianze e approfondimenti sulle azioni della Regione Liguria a supporto delle aggregazioni d'impresa;
  • - una sezione interamente dedica all'esperienza delle aziende liguri che hanno partecipato al bando per le imprese promosso da Regione Liguria e che sono state selezionate da Filse;
  • - i riferimenti degli sportelli a supporto delle reti e aggregazioni attivati dalla Confindustria sui territori provinciali.

 

A seguito della chiusura del bando sono pervenute a Filse, nella prima giornata 63 domande. Nell'impossibilità di finiziare tutte le richieste Filse ha provveduto ad effettuare un sorteggio presso un notaio, che a dato come esito l'ordine riportato in allegato. Previa verifica della completezza dei requisiti, Filse, sulla base dei fininziamenti disponibili ha provveduto ad assegnare le risorse ai seguenti a 13 progetti: nell'elenco sono indicate le ragioni sociali delle aziende capofila. In alcuni casi si tratta di contratti di rete, in altre di consorzi o altre forse associative.

NUMERO SORTEGGIO NUMERO POSIZIONE Ragione Sociale
1 4 EMI - ELETTROMECCANICA ITALIANA S.C.A.R.L.
2 44 CONSERVICE - COOPERATIVA SOCIALE
3 33 E.M.A.C. - ELETTRONICA MEDICALE ED ATTREZZATURE CHIMICOCLINICHE S.R.L.
4 6 CONSORZIO SESTRILEVANTE IN
5 22 CONSORZIO OPERATORI PIAZZA ROMAGNOSI
6 41 ISCOTRANS S.P.A.
7 23 LEOLABS S.R.L.
8 40 ECONEVEA S.R.L.
10 27 C.S.A. CENTRO SVILUPPO AZIENDALE
11 15 RETE IMPRESA CARROZZERIA ITALIA- CONTRATTO DI RETE DI CUI AL D.L. 10/02/09 N. 5 CONVERTITO DALLA LEGGE 33/09 E SUCC. MODD.
12 7 SER.MAS DI FANCIULLI RUGGERO
13 16 CENTRO SPORTIVO PALADONBOSCO - SOCIETA' SPORTIVA DILETTANTISTICA A RESPOSNABILITA' LIMITATA
12 20 ARTI & MESTIERI SOC. COOP. A R.L.

 

Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon esito sorteggio 126 imprese (1).pdf88.65 KB